5 abitudini che disattivano i pensieri negativi

Pensieri negativi

I pensieri negativi rappresentano una condizione molto comune della vita quotidiana spesso costretta a procedere lungo binari che ci vengono imposti; è quasi impossibile non avere mai provato diverse sensazioni spiacevoli che vanno ad influenzare negativamente la nostra sfera psico-emotiva, in alcuni casi provocando dei disturbi somatici. Si tratta delle tipiche malattie psicosomatiche che hanno una base psicologica e non unicamente organica. 

Nei casi più fortunati, si può imparare a convivere ed a gestire tali pensieri negativi, cercando di collocarli in una dimensione razionale che permette di accettarli con rassegnazione e senza atteggiamenti di ribellione.
Nella vita di tutti i giorni, qualsiasi esperienza può essere causa di pensieri negativi; il discriminante fondamentale è rappresentato dalla sensibilità personale di ognuno di noi, c’è infatti chi affronta in maniera piuttosto superficiale ogni evento che caratterizza la sua esistenza, non ponendosi interrogativi troppo approfonditi ed accettando con distacco qualsiasi evento che gli si presenti.

Ci sono al contrario individui più sensibili, per i quali ogni momento della vita può rappresentare un ostacolo insormontabile da affrontare. È chiaro che per queste persone diventa inevitabile formulare continuamente idee negative,difficilmente eliminabili.
Partendo dal presupposto che è impossibile che “tutto vada storto”,sarebbe utile cercare di affrontare le problematiche tipiche di ogni esistenza con una certa dose di rassegnazione, convincendosi che a periodi negativi seguiranno periodi positivi.

5 strategie per affrontare i pensieri negativi

Una strategia molto efficace per affrontare i pensieri negativi è quella di potenziare i pensieri positivi. Ci sono vari esercizi psicologici che consentono di valorizzare gli aspetti positivi della propria esistenza.

1. Scrivere un diario

Una metodica piuttosto efficace può essere quella di tenere un diario personale su cui annotare gli eventi positivi accaduti durante la giornata, enfatizzandone le conseguenze sulla nostra sfera emotiva.
Secondo numerose ricerche scientifiche il cervello ricorda meglio quello che scriverispetto a quello che pensa, per questo motivo può esserti utile tenere un diario personale.

Già nel momento in cui scrivi, il tuo cervello ricorda e rivive le esperienze positive, e in questo modo non lascia spazio alla presenza di pensieri negativi ed ansiogeni. Bisogna ricordare anche che la prevenzione è migliore della cura, e quindi per evitare che i pensieri negativi possano causare delle conseguenze a livello organico, sarebbe consigliabile agire a monte, ed impedire che questi si impadroniscano in maniera incisiva della tua mente.

Descrivendo dettagliatamente le sensazioni suscitate dai pensieri negativi, potresti ridimensionare le conseguenze di tutta la negatività che hai accumulato nel tempo; un’analisi approfondita di tali manifestazioni effettuata attraverso la loro esposizione scritta, funge da supporto per elaborare anche le sensazioni negative che sono scaturite.

Terminata l’attività di scrittura probabilmente la tua parte emotiva si sarà tranquillizzata e ti sentirai maggiormente rilassata. Accettare i pensieri negativi senza opporvi resistenza rappresenta comunque la strada migliore per non lasciarti soverchiare dall’ansia e dalla paura che spesso accompagnano i pensieri negativi. Anche la filosofia buddista afferma che l’accettazione degli eventi così come sono senza opporre svantaggiose resistenze è uno dei cardini esistenziali per vivere bene.

2. Svolgere attività fisica

Secondo molti studi scientifici il movimento del corpo fa bene sia al fisico che alla psiche, infatti attraverso l’attività muscolare vengono eliminate numerose tossine che si sono accumulate nel tuo organismo e che potrebbero causarti numerose problematiche.

Inoltre se pratichi una moderata attività fisica il tuo corpo si stanca, e al momento di coricarti probabilmente il sonno arriverà con maggiore facilità, e riuscirai a riposarti per un giusto numero di ore. Anche una semplice camminata quotidiana di soli 30 minuti ti può servire per scaricare la tensione ed allontanare tutti i pensieri negativi che ti opprimono. Ancora meglio sarebbe andare in palestra e applicarti ad uno sport piacevole, magari in compagnia di altre persone; in questo modo la comunicazione interpersonale ti potrebbe aiutare a dimenticare per un certo tempo i tuoi problemi, allontanando le tensioni ed i pensieri negativi.

3. Gestisci bene il tuo tempo

Cerca di ritagliarti un po’ di tempo da dedicare alle attività che preferisci, in questo modo i pensieri negativi verranno confinati in un angolo della tua mente. Assecondando i tuoi hobby, preferibilmente in compagnia di persone amiche, riuscirai a prenderti cura di te stessa ed a vivere alcune esperienze piacevoli.

Non è mai utile annientarsi e pensare unicamente agli altri, in quanto con questa modalità ti potresti sentire oppressa da una sensazione di impotenza e le tue energie risulterebbero incanalate verso obiettivi non sempre positivi. Infatti se da un lato è giusto ed auspicabile essere disponibili verso il prossimo, dall’altro è indispensabile anche pensare a se stessi, per favorire un corretto equilibrio mentale ed emotivo della propria psiche.

Prendendoti cura di te stessa, puoi anche cercare di focalizzare la mente su un pensiero positivo, ricordandoti che il cervello non è in grado di fare più cose alla volta, perciò se la tua attenzione si fissa su qualcosa di piacevole, non ha spazio per elaborare pensieri negativi. La distrazione è sempre un’arma vincente per allontanare qualsiasi tipo di tensione.

4. Cambia postura

La postura del nostro corpo è strettamente correlata alla sfera dei sentimenti, e spesso un atteggiamento fisico è in grado di svelare una determinata sensazione. Se ti accorgi di assumere un atteggiamento ingobbito con la testa incassata tra le spalle, la muscolatura del collo particolarmente rigida e un’andatura a scatti, probabilmente stai elaborando dei pensieri negativi.

Ti può essere utile quindi agire a livello fisico del tuo corpo, cercando con qualsiasi mezzo di allentare la muscolatura, magari effettuando una respirazione profonda. Potresti eseguire anche dei semplici esercizi di rilassamento muscolare che ti aiutano a scaricare le tensioni accumulate.
Può essere sufficiente semplicemente fare due passi per sgranchire le gambe oppure effettuare degli esercizi di rotazione degli arti superiori o anche, se avverti una particolare tensione a livello del collo, muovere la testa a destra ed a sinistra.

5. Cura l’alimentazione

Ricorda che anche il cibo svolge un ruolo fondamentale per gratificarti in alcune situazioni nelle quali ti senti particolarmente vulnerabile.
Se sei oppressa da pensieri negativi, puoi bere una bella cioccolata in tazza, infatti la cioccolata contiene dei principi attivi che innalzano il tono dell’umore e contemporaneamente rilassano le tensioni psichiche.
Non a caso la cioccolata viene considerata come il migliore antidepressivo naturale.

Tutti i dolciumi in generale svolgono un’azione compensatoria sull’emotività delle persone e pertanto se ti senti particolarmente giù può esserti utile magiare una fetta di torta, un gelato, o qualche cioccolatino.

Categorie Meditazione, SVILUPPO PERSONALETag

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close