Come riguadagnare la tua femminilità e accendere alla tua vulnerabilità

È importante essere onesti con ciò che sentiamo e chi siamo e riguadagnare la nostra identità femminile.

La femminilità è un modo di essere, un’energia che ogni donna ha dentro. La femminilità non significa conformarsi a un’idea archetipica di ciò che è femminile o no. Non si tratta di essere una brava moglie, non di essere la donna moderna che ha tutto sotto controllo.

Penso che molti di noi siano cresciuti con sistemi di condizionamento e di valore che ci hanno fatto dubitare del valore della nostra femminilità o addirittura annullarlo. Molti di noi indossano una maschera difensiva e maschile, perché ci hanno insegnato a essere vulnerabili e femminili, non è un ideale, non è qualcosa di accettato o apprezzato dalla società, al contrario, è qualcosa che porta solo sofferenza.

Ho sempre creduto che per avere successo e prenderlo sul serio, devo indossare i miei “pantaloni” e dimostrare sempre che sono la donna più forte della stanza, che posso fare molto bene da sola e non ho bisogno nessuno aiuta, tanto meno un uomo.

In qualche modo, nel tempo, sono arrivato a credere che la femminilità sia una debolezza, una vulnerabilità che devi nascondere il più possibile se vuoi fare bene nella vita come uomo. E questo spesso mi ha persino fatto competere con loro.

Credevo che vale la pena coltivare solo le qualità associate all’energia maschile – ambizione, fiducia, assertività, forza, perché assicurano il tuo successo e il tuo sviluppo.

Quelle associate all’energia femminile – dolcezza, amore, pazienza, capacità di ricevere, connessione, empatia, emozioni – non mi sembravano essenziali, mi sembravano persino inferiori.

Ed è così che mi sono convinto che solo negando la mia superpotenza di femminilità posso avere successo in un mondo di uomini.

E dall’esterno potrebbe essere sembrato così.

È solo che in tutto questo processo ho finito per essere sbilanciato, stressato e bloccato, un uomo nel corpo di una donna. Ho dimenticato come essere una donna. E questo ha creato uno squilibrio nei miei rapporti con uomini e donne.

Perché quello che stavo facendo era nascondermi sotto la maschera per paura di non essere scoperto che non ero abbastanza forte e capace, e tutta quella pressione che mi esercitavo per essere indipendente, capace, determinato, a non ha mai avuto bisogno di nulla, non ha mai portato a una forte stanchezza e alla negazione di chi fossi.

Ma per il resto non lo sapevo, non potevo e non penso di volerlo. Ero troppo attaccato a ciò che ero, al modo in cui mi ero modellato ed è stato difficile lasciarmi andare perché mi sentivo perso.

Cos’è l’energia femminile? 6 modi per essere più femminili

Ma questa negazione di una parte importante di me mi aveva soffocato sempre di più ogni giorno.

Era chiaro che dovevo fare un cambiamento, anche se ero contrario a tutto il mio essere. Ma la vita non ti consente e se vede che non hai il coraggio di affrontare i cambiamenti, ti mette in situazioni che ti costringono a cambiare per il tuo bene.

Così ho iniziato un processo terapeutico di decostruzione per cercare la mia essenza, chi sono veramente, la parte reale nascosta dietro le pareti che mi ha isolato solo con il dolore dentro di me.

Se fosse facile? Non c’è modo?

Se ne è valsa la pena? Nessuna discussione

Solo quando ho imparato ad accettare la mia femminilità ho ritrovato il mio equilibrio.

Solo quando ho capito che c’è molta forza dietro questa energia sono finalmente riuscito ad accettare e amare me stesso come sono e quindi a vivere completamente la mia vita, secondo le mie regole.

Sì, ho ancora ricordi di ciò che ho imparato da bambino, solo ora sono consapevole di loro e so cosa fare quando compaiono.

E puoi riconnetterti con la tua essenza femminile, con le tue vulnerabilità, puoi brillare di nuovo – nel tuo modo unico, come un diamante.

Per raggiungere questo obiettivo, ci sono alcuni passaggi che devi prendere.

Cosa mi fa sentire femminile

Esamina cosa significa per te la femminilità

Quando esplori il tuo subconscio ed esamini tutti i messaggi che hai interiorizzato fin dall’infanzia (da mamma, papà, nonni) sulla femminilità, capirai meglio cosa l’energia femminile significa per te e saprai quale di questi valori presi in prestito dovresti rinunciare se vuoi sentirti bene con te stesso e accettarti completamente.

Identifica ciò che ti fa sopprimere la tua femminilità

Mentre continui ad analizzare in dettaglio i modelli fin dall’infanzia, trasmessi dai membri della tua famiglia, imparerai a identificare le credenze che ti fanno nascondere il tuo lato femminile. Forse tua madre non ha mostrato nemmeno la sua femminilità e hai pensato di doverla nascondere anche tu. Forse tuo padre prende in giro le qualità femminili e per assicurarti di ricevere il suo amore hai pensato che dovresti rinunciare anche a loro. È un processo che può essere doloroso, perché mentre scavi più a fondo ti rendi conto di quanto hai perso nel tempo rifiutando di accettare una parte importante della tua personalità.

Sii presente con le tue emozioni

Che siano dolorosi o meno, è importante accettarli. Devi vivere con la tua tristezza, la tua rabbia, il tuo dolore, la gioia e l’amore che provi, non importa quanto sia dura per te. Non mettere etichette, perché non sono buone o cattive – fanno tutti parte di te e ti aiutano a capire meglio e ad accettarti. Solo dopo aver preso contatto con ciò che sei dentro – con onestà e compassione – sarai in grado di ricostruire il tuo sé femminile, sarai in grado di guarire dai condizionamenti del passato e manifestare pienamente la tua essenza.

Coltiva compassione e apertura a te stesso e agli altri

In questo modo inizierai ad amare te stesso e ad accettare le parti che hai rifiutato fino a poco tempo fa. Ad esempio, se hai sempre rifiutato la tua rabbia, probabilmente ti vergogni quando si verifica questa emozione, quindi sopprimila. Forse ti è stato insegnato ad essere una donna, significa che devi essere sempre gentile e non arrabbiarti mai. Ma se scegli di essere presente e vivere fino in fondo questa emozione, senza opporla o giudicarla, puoi coltivare la compassione, convalidare le parti di te che sono ferite e arrabbiate e ascoltare e rispettare i tuoi bisogni.

Dandoti spazio per esprimere te stesso e semplicemente rimanere con le tue emozioni anche solo per 5 minuti al giorno – forse in una meditazione che ti aiuta a fare questo, finisci per aumentare la tua compassione per te stesso e accettarti così. come sei – vulnerabile, ma sincero, senza maschere che aumentano solo la tua frustrazione.

Come ho imparato ad accettare e apprezzare la mia femminilità

Abbi cura di te stabilendo dei limiti

È importante agire ascoltando il tuo intuito – solo tu sai cosa è meglio per te. Ad esempio, invece di “forzarti” a fare qualcosa che non vuoi fare, sii gentile con te stesso e dici No, perché in realtà stai dicendo Sì a te stesso – dici Sì alla tua energia, al tuo tempo, al tuo spazio – e stai iniziando ad essere più gentile con il tuo corpo e la tua mente perché ascolti i tuoi bisogni. All’inizio sarà difficile per te farlo e probabilmente ti ritroverai a giudicare te stesso perché “non fai tutto”, ma è importante essere consapevoli che questa voce interiore non è tua, è dei tuoi genitori o della società. Lo sei e fai abbastanza.

Il tuo lato femminile può risplendere, non importa quanto in profondità lo hai nascosto in te e lo hai rinunciato. Cercalo e portalo alla luce perché essere vulnerabile e femminile significa aprirti all’amore, mostrarti a tutti esattamente come sei, promettendoti che non ti abbandonerai mai o ti invaliderai, non importa quanto doloroso o spaventoso possa essere. essere il processo.

Se le paure, i dubbi e le condizioni del passato ti tengono bloccato, spero che lo ricorderai sempre: ciò che ti renderà libero è essere completamente presente con le tue emozioni, sentirle e sapere che passeranno. C’è molta libertà in questo. Essere femminili, aperti, liberi, attenti a tutto ciò che senti e tutto ciò di cui hai bisogno richiede forza e coraggio, ma vale la pena lottare per la tua femminilità

22 giugno 2020 Con affetto Natalia ❤️

Categorie SVILUPPO PERSONALE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close